marketplace sono i grossi supermercati della rete, dai quali acquistare prodotti di diverso tipo. Quelli più famosi al mondo sono eBay, Amazon e Alibaba.

Questi sistemi mettono a disposizione dei singoli rivenditori degli spazi, “li danno in affitto”: un cliente sceglie il prodotto da un negozio privato e di fatto lo acquista da Amazon.

Sono come alcune parafarmacie presenti all’interno di un supermercato: acquisti il prodotto con l’aiuto di un vero farmacista e vai alla cassa centrale per comprare il tuo farmaco.

Ti conviene entrare in un marketplace?

Questa non è una domanda da un milione di dollari ma un quesito che devi porti se hai intenzione di aumentare le tue vendite online.

Non abbiamo una risposta assoluta e non ci sentiamo di dirti “Assolutamente si” o “MAI”. La presenza sui marketplace va valutata, ben integrata in una strategia di web marketing e ponderata in base ai tuoi obiettivi e alle tue esigenze ma anche in funzione del tuo budget.

Avere un consulente ti permette di valutare l’opportunità di vendere su Amazon, ad esempio.

Amazon infatti non è il posto migliore per sviluppare il tuo brand. Infatti non puoi mettere in evidenza i tuoi prodotti, il tuo marchio non è visibile e tu non sei un venditore (come invece sei su eBay) ma un fornitore.

Questo, esattamente come gli altri punti, può essere visto in chiave positiva e in chiave negativa, in funzione ai tuoi obiettivi: i clienti acquistano da Amazon perchè si fidano di Amazon. Quanto tempo e denaro dovresti investire per ottenere la stessa fiducia? Ne vale la pena? Preferisci ottenere alti volumi di vendita ma non essere riconosciuto o sacrificare qualche acquisto ma avere clienti che si fidano, che ti scelgono per gli acquisti successivi e con i quali costruire un legame che dura nel tempo?

La parola d’ordine è sempre la stessa: VALUTAZIONE ATTENTA.
Per fare questo hai bisogno di noi. Compila il form!