Farmacie online: 10 consigli pratici per studiare la concorrenza

Analisi dei competitor nel settore farmaceutico

Il settore delle farmacie fino a qualche anno fa era esente da una competitività vera e propria: il numero delle farmacie territoriali è strettamente controllato, sottoposto ad un Legge che ne vieta la liberalizzazione e l’apertura incondizionata. Ma con il web la situazione è cambiata: oggi il competitor non si trova nell’altro isolato, non è più difficile da raggiungere, ma è solo ad un click di distanza. Ciò significa che tutte le farmacie online sono in diretta competizione tra loro. Certamente esistono dei casi di successo a cui è lecito ambire e dei siti più modesti, ma di fatto la Rete ha annullato le distanze e introdotto la competitività anche in questo settore.

Come si sente un farmacista che decide di aprire un e-commerce? Sicuramente potrebbe vedere il proprio competitor come un nemico da asfaltare, ma non è così: la concorrenza non deve essere ignorata perchè rappresenta un’opportunità.

Per questo motivo è fondamentale, già dalla progettazione di un e-commerce, effettuare un monitoraggio dei competitor e sfruttare tutte le opportunità offerte da questo tipo di analisi. 

Analisi dei competitor: ecco i nostri 10 consigli

Prima che nascesse Internet, i farmacisti conoscevano bene gli eventuali competitor: possedevano il proprio punto vendita nella stessa città, ma ognuno aveva la sua clientela. Ora la situazione è cambiata: oggi il competitor non è nella stessa città ma a chilometri di distanza, ma può comunque avere più successo di te. La cosa bella è che tu puoi studiare la sua strategia per migliorare.

Come? Ecco 10 suggerimenti che ti permetteranno di analizzare con successo i tuoi competitor:

  1. Sfrutta i risultati di Google per cercare i tuoi concorrenti diretti. Come devi fare? Basta digitare nella barra di ricerca le parole chiave per le quali vorresti essere cercato. Puoi iniziare con una parola molto competitiva come “farmacia online” o “acquistare farmaci online” oppure con qualcosa di più specifico come il nome di un prodotto particolare, come un integratore alimentare o altro articolo che vendi nel tuo e-commerce. I primi risultati che ti appaiono sono quelli relativi alle tue pagine concorrenti.
  2. Seleziona una decina di competitor (per intenderci quelli presenti nella prima pagina di Google). Questi sono gli scogli da superare, i numeri uno, quelli che stanno in alto e hanno più click.
    Leggi l’approfondimento sull’analisi dei benchmark per la tua farmacia online!
  3. Usa un foglio excell o un semplice foglio di carta :-) Ti servirà per appuntare tutti i dati che reputi utili per valutare la concorrenza: accanto al nome del dominio, puoi inserire informazioni rilevanti come il catalogo con numero prodotti, la presenza sui social network, il livello delle schede prodotto (c’è una foto dell’articolo e una descrizione esaustiva?), per quali parole chiave è ottimizzata, le categorie del catalogo etc. Realizza una tabella divisa per colonne e inserisci i dati che reputi più rilevanti per a tua strategia.
  4. Analizza l’Home Page, questo è come un biglietto da visita per le aziende. Non guardare solo l’estetica, ma prova ad acquistare un prodotto di un tuo competitor e valutare se il procedimento è liscio e intuitivo, potresti trarre ispirazione per apportare migliorie all’usabilità del tuo e-commerce.
  5. Ora concentrati su una pagina prodotto e analizzala in ogni suo dettaglio: non solo la descrizione breve e lunga, ma anche la fotografia o la presenza di commenti e opinioni dei clienti. Ricorda che vendere è l’obiettivo principale di ogni e-commerce, perciò dovrai porre molta attenzione verso la call to action!
  6. Ora passiamo ai contenuti o meglio alla loro forma: analizziamo le keyword usate dal tuo competitor. Per farlo ti basta osservare come sono organizzati i titoli delle pagine, i grasseti e tutti i metatitle. Questo ti aiuterà a capire se la concorrenza sta usando le stesse tue parole chiave e come lo sta facendo oppure se ne ha trovato delle altre molto più azzeccate e coinvolgenti.
  7. Ora conosci le parole chiave per cui sta ottimizzando il sito, non ti resta che controllare se ha raggiunto l’obiettivo o puoi intrufolarti al suo posto. Quindi ti consigliamo di cercare su Google le parole chiave per cui è ottimizzato il sito competitor e controllare la posizione delle sue pagine della SERP. Poi fai la stessa cosa con il tuo sito. Ora i risultati sono come il vostro campo di battaglia: chi vincerà? :-)Per controllare le keyword usate dalla concorrenza prendi in considerazione anche i risultati di Google AdWords, se il competitor ha pagato per apparire in SERP con quella parola chiave, probabilmente ci tiene molto!
  8. Ricorda che esistono diversi tool che ti permettono di analizzare la concorrenza in modo facile e veloce. Tra questi ti consigliamo SEMRush, per avere informazioni dettagliate su SEO e traffico, Mention, per ottenere degli avvisi su particolari parole chiave oppure Open Site Explorer, per analizzare i link in entrata. Impara ad usare questi strumenti molto importanti per la tua strategia.
  9. Ora passiamo all’analisi del blog, leggi il modo in cui scrive, come affronta gli argomenti e quanto è il coinvolgimento generato, poi controlla se i suoi articoli appaiono in SERP… al posto dei tuoi!
  10. Sicuramente il tuo concorrente usa i social network: quali usa? Come si pone? Interagisce con i suoi fan? C’è qualcosa che potresti sfruttare anche nella tua pagina, magari reinterpretando un contenuto particolarmente efficace? Fallo e migliora la tua strategia di social media marketing!

Infine, non ti resta che controllare gli ultimi “dettagli” anche se dettagli non sono: assicurati che abbia una newsletter e iscriviti (usando il tuo indirizzo personale), poi controlla altri elementi come le spese di spedizione, la vendita dei farmaci online e la presenza del bollino dell’Unione Europea. Ricorda di scrivere ogni elemento che reputi interessante e utile anche per te, potrai inserirlo nel tuo e-commerce e usare i punti di forza del competitor a tuo favore. Ma non solo: il tuo occhio critico ti permetterà di analizzare i punti deboli ed evitare lo stesso errore nel tuo e-commerce.

Queste 10 attività, che richiedono impegno e molta pazienza, ti permetteranno di migliorare la tua strategia e raggiungere i tuoi obiettivi in modo più efficace, proprio grazie a coloro che credevi tuoi antagonisti.

Vuoi il nostro supporto professionale per riuscire a vendere meglio con il tuo e-commerce? Scopri i nostri servizi dalla A alla Z!

 

 

 

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Argomenti
  • Nessuna categoria
Archivi